Claudio de Mayda, Project Manager di Logistica Uno, ha illustrato il ruolo dell’azienda nel settore agroalimentare: “Il nostro obiettivo è essere flessibili per poter soddisfare prontamente i bisogni del Cliente e garantirne una maggiore competitività e redditività sul mercato. L’operatore logistico infatti, deve sempre più fornire servizi a valore aggiunto come un outsourcing completamente integrato con il cliente, fullfillment e-commerce, servizi specializzati a valle delle filiere produttive del cliente. Logistica Uno pone l’accento su due principali driver: la continua innovazione e la sostenibilità produttiva, più servizi innovativi con meno emissioni e ricadute sul nostro ambiente!”.

Interessante la case history presentata e vincitrice dell’ultimo premio Il Logistico dell’Anno 2017: la Factory Logistics 4.0: il caso Pasta Lensi/Walmart in cui: “L’obiettivo era quello di integrare sistemi e linee produttive di committenza e fornitore logistico tramite un’attività di re-packaging che non influisse né sulla food safety né sulla food security”. Conclude infine con il tema dell’e-commerce: “Abbiamo risposto alle esigenze dei nostri clienti con E-One, una virtual enterprise che li aiuta a comprendere la concorrenza nel mercato on line, a progettare la propria piattaforma nel web, a decidere dove e come gestire lo stock ed infine a pianificare la distribuzione. Il cliente così può effettuare un’analisi di quelle che sono le sue reali necessità e capire quale modulo ha bisogno”.